SETI ITALIA "G. Cocconi" - Divulgazione scientifica e distributed computing
c/o Dr. Bruno Moretti Turri - via Crispi, 3 - 21100 Varese - Tel. +39 340 9935956 - brmoret@libero.it


 
Dichiarazione dei Princìpi concernenti le attività conseguenti
alla rilevazione di intelligenza extraterrestre
Traduzione in italiano di Bruno Moretti Turri IK2WQA


Noi, istituzioni ed individui che partecipano nella ricerca di intelligenza extraterrestre,

riconoscendo che la ricerca di intelligenza extraterrestre è parte integrante dell'esplorazione spaziale
ed è stata intrapresa con scopi pacifici e nell'interesse comune di tutta l'umanità,  
 
ispirati dal significato profondo per l'umanità della rilevazione evidente di intelligenza  extraterrestre,
anche se la probabilità della scoperta può essere bassa,  
 
richiamando il "Trattato sui Princìpi che governano le attività degli Stati nell'esplorazione ed uso
dello spazio esterno, inclusi la Luna e gli altri corpi celesti" 
(Treaty on Principles Governing the Activities of States in the Exploration and Use of Outer Space,
Including the Moon and Other Celestial Bodies), che impegna gli Stati aderenti al Trattato
ad "informare il Segretario Generale delle Nazioni Unite così come il pubblico e la comunità
scientifica ed internazionale, alla più grande estensione fattibile e praticabile, della natura,
condotta, ubicazioni e risultati" delle loro attività di esplorazione spaziale (Articolo XI),

riconoscendo che ogni rilevazione iniziale può essere incompleta o ambigua e può richiedere
un'esame più accurato come conferma, il che è essenziale per mantenere gli standard più alti
di responsabilità e credibilità scientifica,  
 
siamo d'accordo ad osservare i principi seguenti per la divulgazione di informazioni sulla scoperta
di intelligenza extraterrestre:

1. Ogni individuo, istituzione pubblica o di ricerca privata, o agenzia governativa che credono
di aver scoperto un segnale o altra evidenza di intelligenza extraterrestre (lo scopritore) dovrebbe
cercare di verificare se la spiegazione più plausibile ed evidente è l'esistenza di intelligenza
extraterrestre piuttosto che altro fenomeno naturale o fenomeno antropico, prima di fare
qualunque annuncio pubblico. Se l'evidenza non può essere confermata come indicante l'esistenza
di intelligenza extraterrestre, lo scopritore può divulgare l'informazione appropriata come scoperta
di ogni fenomeno ignoto.

2. Prima di fare un annuncio pubblico che l'evidenza di intelligenza extraterrestre è stata scoperta,
lo scopritore dovrebbe informare prontamente tutti gli altri osservatori od organizzazioni
di ricerca partecipanti a questa Dichiarazione, così gli altri partecipanti possono cercare
di confermare la scoperta con osservazioni indipendenti da altri luoghi, così che una rete può
essere stabilita per abilitare un'esame continuo del segnale o fenomeno.
I partecipanti a questa Dichiarazione non dovrebbero fare alcun annuncio pubblico di queste
informazioni finché è determinato se queste informazioni sono o non sono evidenza credibile
dell'esistenza di intelligenza extraterrestre.
Lo scopritore dovrebbe informare le sue autorità nazionali ed attinenti.

3. Dopo avere concluso che la scoperta sembra essere evidenza credibile di intelligenza
extraterrestre, lo scopritore dovrebbe informare gli osservatori in tutto il mondo attraverso
l'Ufficio Centrale per i Telegrammi Astronomici (Central Bureau for Astronomical Telegrams)
dell'Unione Astronomica Internazionale (International Astronomical Union), dopo avere informato
gli altri partecipanti a questa Dichiarazione, e dovrebbe informare il Segretario Generale
delle Nazioni Unite in concordanza con Articolo XI del "Trattato sui Princìpi che Governano
le Attività degli Stati nell'Esplorazione ed Uso dello Spazio Esterno, Incluso Luna e Altri Corpi
Celesti". A causa del loro interesse dimostrato riguardo alla questione dell'esistenza di intelligenza
extraterrestre, lo scopritore dovrebbe informare simultaneamente della scoperta le istituzioni
internazionali e dovrebbe offrire tutti i dati pertinenti ed informazioni registrate riguardo all'evidenza:
l'Unione Internazionale della Telecomunicazione,
il Comitato di Ricerca dello Spazio del Consiglio Internazionale delle Unioni Scientifiche,
la Federazione Astronautica Internazionale,
l'Accademia Internazionale di Astronautica,
l'Istituto Internazionale di Legge dello Spazio,
la Commissione 51 dell'Unione Astronomica Internazionale
e la Commissione J dell'Unione Internazionale Scienza Radio.
                       
4. Una scoperta confermata di intelligenza extraterrestre dovrebbe essere divulgata prontamente,
apertamente, ed estesamente attraverso i canali scientifici e i media pubblici, osservando
le procedure di questa Dichiarazione.
Lo scopritore dovrebbe avere il diritto di fare il primo annuncio pubblico.

5. Tutti i dati necessari per confermare la scoperta dovrebbero essere messi a disposizione
della comunità scientifica ed internazionale attraverso pubblicazioni, riunioni, conferenze ed altro.

6. La scoperta dovrebbe essere confermata, dovrebbe essere esaminata ed ogni dato che
evidenzia intelligenza extraterrestre dovrebbe essere registrato e dovrebbe essere immagazzinato
permanentemente alla più grande estensione fattibile e praticabile, in una forma che lo renderà
disponibile all'ulteriore analisi ed interpretazione. Queste registrazioni dovrebbero essere rese
disponibili alle istituzioni internazionali elencate sopra ed ai membri della comunità scientifica
per l'ulteriore analisi obiettiva ed interpretazione.

7. Se l'evidenza della scoperta è nella forma di segnale elettromagnetico, i partecipanti a questa
Dichiarazione dovrebbero cercare un accordo internazionale per proteggere le frequenze adatte
esercitando le procedure disponibili attraverso l'Unione Internazionale della Telecomunicazione
(ITU, International Telecommunication Union). Avviso immediato dovrebbe essere spedito
al Segretario Generale dell'ITU a Ginevra, includendo una richiesta per minimizzare le trasmissioni
sulle frequenze attinenti nella Circolare Settimanale (Weekly Circular).
Il Segretariato, congiuntamente al Consiglio Amministrativo dell'Unione dovrebbe esplorare
la praticabilità e l'utilità di convenire una Conferenza Straordinaria Radio Amministrativa
per trattare la questione, soggetta alle opinioni dei membri di amministrazione dell'ITU.

8. Nessuna risposta ad un segnale o altra evidenza di intelligenza extraterrestre dovrebbe essere
spedita finché le appropriate consultazioni internazionali non avranno avuto luogo.
Le procedure per tali consultazioni saranno il soggetto di separati accordi, dichiarazioni o sistemazioni.

9. Il Comitato SETI dell'Accademia Internazionale di Astronautica, in coordinamento con
la Commissione 51 dell'Unione Astronomica Internazionale condurrà una revisione continua
di procedure per la scoperta dell'intelligenza extraterrestre ed il trattamento susseguente dei dati.
Se un'evidenza credibile di intelligenza extraterrestre venisse scoperta, un comitato internazionale
di scienziati e di altri esperti dovrebbe essere formato per servire come punto focale per continuare
le analisi di ogni evidenza osservativa raccolta in conseguenza alla scoperta, ed anche offrire
consiglio sul rilascio di informazioni al pubblico. Questo comitato dovrebbe essere costituito
dai rappresentanti di ognuna delle istituzioni internazionali elencate sopra e di altri membri che
il comitato possa ritenere necessari.
Il Comitato SETI dell'Accademia Internazionale di Astronautica
dovrebbe iniziare a facilitare la convocazione di tale comitato per un tempo ignoto nel futuro,
e dovrebbe mantenere un elenco corrente di rappresentanti disponibili da ognuna delle istituzioni
internazionali elencate sopra, così come di altri individui con abilità attinenti, e dovrebbe rendere
disponibile quell'elenco attraverso il Segretariato dell'Accademia Internazionale di Astronautica.
L'Accademia Internazionale di Astronautica si comporterà come depositaria di questa Dichiarazione
ed offrirà annualmente un elenco corrente dei partecipanti a tutti i partecipanti a questa Dichiarazione.

 Declaration of Principles Concerning Activities Following
the Detection of Extraterrestrial Intelligence


Copyright © 2011 SETI Institute & Accademia Internazionale di Astronautica
Versione Italiana
Copyright © 2011 Bruno Moretti Turri
I documenti, i grafici e le immagini pubblicati su tutto questo sito sono copyrighted.
Collegamenti (links) a questi documenti sono permessi e incoraggiati.
Nessuna copia può essere fatta senza permesso scritto rilasciato dal webmaster via email



Torna ad Articoli scientifici